Trading di indici | Investire negli indici | La guida completa

Attraverso il trading di indici, è possibile ottenere l’esposizione a un intero settore o economia in una singola transazione. Gli indici più noti sono essenzialmente pacchetti di azioni non correlate che sono spesso valutate da organizzazioni indipendenti.

Mentre la maggior parte dei trader ha familiarità con i nomi e le abbreviazioni dei principali indici azionari del mondo, non tutti sanno che possono essere scambiati anche tramite i CFD. I CFD sugli indici azionari possono essere acquistati e venduti in modo simile alle azioni tradizionali.

Vuoi saperne di più sul trading di indici e sugli investimenti in indici? Questa guida è un ottimo punto di partenza.

Cosa sono gli indici azionari?

Gli indici azionari sono una media ponderata della performance di un insieme di titoli nel tempo.

Lo scopo degli indici azionari è quello di fornire agli investitori un mezzo accurato ed efficiente per confrontare i prezzi correnti del mercato azionario con i prezzi storici del mercato azionario. Gli indici possono essere usati per misurare la performance generale del mercato azionario, così come per confrontare la performance del singolo investitore.

Il trading di indici è una forma di metodo di trading in cui un paniere di azioni viene acquistato e venduto. In altre parole, quando si scambiano indici azionari, si ottiene l’esposizione all’intero mercato piuttosto che concentrarsi solo sulla performance di una particolare azienda. Il trading di indici è uno dei metodi più semplici per diversificare un portafoglio esistente.

Un indice azionario è essenzialmente una rappresentazione o un punto di riferimento della performance globale del mercato azionario.

Gli indici azionari sono stabiliti da varie agenzie di rating e sono composti da numerosi titoli.

S&P Global Ratings, precedentemente conosciuta come Standard & Poor’s, è un esempio di agenzia di rating. È responsabile della compilazione dell’indice S&P 500 e del Dow Jones Industrial Average (indice Dow 30). Questo è uno dei metodi più semplici per i trader per valutare “l’economia” nella sua totalità.

I migliori indici da scambiare

  • Il FTSE 100, abbreviato come ‘Footsie’, è un indice delle 100 migliori aziende blue-chip quotate alla Borsa di Londra per capitalizzazione di mercato.
  • Il DAX 30 è un indice borsistico blue-chip composto da 30 società tedesche quotate alla Borsa di Francoforte. È ponderato secondo la capitalizzazione di mercato.
  • L’indice Nikkei 225 del Giappone è un indice ponderato in base al prezzo di 225 aziende blue-chip quotate alla Borsa di Tokyo.
  • L’indice S&P 500, è calcolato utilizzando la capitalizzazione di mercato delle 500 più grandi imprese quotate al NYSE o al NASDAQ. Questo indice è uno degli indici azionari più scambiati grazie alla sua varietà. L’S&P 500 è ampiamente considerato dagli investitori come uno dei migliori indicatori dell’economia statunitense.
  • L’indice CAC 40 è un indice di riferimento del mercato azionario francese. Contiene circa 40 componenti, tra cui marchi noti come Hermes e L’Oreal. A causa del carattere mondiale delle imprese che lo compongono, l’indice guadagna una gran parte del suo denaro al di fuori della Francia, il che spiega il suo fascino tra gli investitori stranieri.

Perché negoziare gli indici?

Il trading di indici è popolare per una serie di ragioni.

I seguenti sono alcuni dei vantaggi più significativi del trading di indici:

  • Leva più accessibile rispetto al trading di azioni – La leva offerta con i contratti future sugli indici rende redditizie anche le operazioni con un guadagno dell’indice dell’1%.
  • Meno analisi tecnica – piuttosto che passare al setaccio centinaia di azioni per scoprire l’azienda giusta, gli investitori possono passare più tempo a rivedere un singolo grafico.
  • L’alta liquidità produce spread più stretti, il che significa che si paga meno denaro per ogni transazione in un mercato altamente liquido.
  • Non c’è bisogno di esaminare le azioni per i dati fondamentali, il che fa risparmiare molto tempo. La maggior parte del tempo, il trader valuterà il quadro generale e le emozioni del mercato.

Tipi di indici azionari 

Oggi, ci sono molti tipi di indici azionari.

Alcuni dei tipi più prevalenti sono i seguenti:

  • Indice ponderato in base al prezzo: questo significa che l’indice viene calcolato utilizzando il prezzo di un’azione piuttosto che il valore dell’azienda. Lo svantaggio principale di questo indice è che un’azienda con un prezzo delle azioni di 300 dollari varrà 10 volte di più di una con un prezzo delle azioni di 30 dollari.
  • Indici specifici per paese: si tratta di indici che sono destinati a riflettere i mercati azionari di alcune nazioni. L’S&P 500, per esempio, è spesso considerato un campione rappresentativo del mercato azionario statunitense.
  • Indici negoziati in borsa: sono destinati a monitorare la performance delle società scambiate in una certa borsa. L’indice NASDAQ 100, per esempio, misura le società non finanziarie scambiate sul mercato NASDAQ.
  • Indici settoriali: sono indici destinati a monitorare determinati settori, come i mercati delle materie prime o anche l’industria automobilistica.
  • Indice ponderato in base al valore di mercato: l’indice è uguale al valore di mercato di tutte le azioni in circolazione emesse dalle società membri dell’indice. La logica dietro un indice di valore di mercato, come il NASDAQ100, è che le aziende con capitalizzazioni di mercato o valori più grandi avranno un peso maggiore nell’indice e saranno quindi valutate di più di quelle con valori inferiori. Non ha senso che una microimpresa abbia lo stesso peso in un indice di una grande azienda come Amazon o Apple. Uno svantaggio di un indice ponderato in base al mercato è che a volte può dare un peso eccessivo a una singola azienda o settore.

Cosa guida i prezzi degli indici? 

Numerose cose distinte possono influenzare il prezzo di un indice, che è composto da azioni. Diversi fattori importanti che influenzano i prezzi delle azioni sono i seguenti:

  • I componenti dell’indice. Le aziende che compongono un indice hanno un effetto sul prezzo dell’indice. I principali contributori dell’indice dovrebbero essere costantemente esaminati, dato che hanno il maggior impatto sull’indice.
  • Statistiche economiche. Se, per esempio, l’indice è composto principalmente da aziende statunitensi, come il NASDAQ, allora i dati economici legati all’economia statunitense avranno quasi certamente un impatto sul prezzo dell’indice. Gli investitori esamineranno dati come l’inflazione, la disoccupazione, il PIL e i tassi di interesse, tra gli altri.
  • Politica. I conflitti commerciali e i cambiamenti normativi possono avere un impatto negativo sugli indici. In generale, gli indici guadagnano dalle discussioni sul libero scambio, la deregolamentazione e una minore tassazione.

Sviluppare una strategia di trading 

Per costruire strategie di trading per gli indici azionari, devi prima decidere il tipo di stile di trading che utilizzerai:

  • Scalping Trading: è una tecnica di trading che si concentra sul trarre vantaggio da piccole oscillazioni di prezzo e rivendere rapidamente. Si riferisce a una tecnica che privilegia un grande volume su piccoli guadagni.
  • Day trading: i day trader non mantengono posizioni per più di un giorno.
  • Swing trading: Gli swing traders operano su una base a medio-lungo termine, cercando di trarre profitto dalle fluttuazioni del mercato.
  • Trading a lungo termine: questi trader investono e mantengono la loro posizione per un lungo periodo, cercando di generare un profitto costante.

Le strategie di trading sugli indici si basano generalmente su due forme principali di analisi.

Analisi fondamentale

L’analisi fondamentale permette ai trader di prendere decisioni di trading basate su eventi economici e altri potenziali market movers. Inoltre, gli analisti fondamentali osservano regolarmente il calendario economico e i dati rilasciati che possono avere un effetto sui valori degli indici.

Analisi tecnica

I trader possono usare l’analisi tecnica per esaminare i grafici dei prezzi degli indici e analizzare le tendenze dei prezzi, i modelli e le indicazioni al fine di prevedere i futuri movimenti dei prezzi degli indici. L’analisi tecnica si basa sulla premessa che i dati dei prezzi precedenti possono essere utilizzati per prevedere i futuri movimenti dei prezzi.

Sia l’analisi fondamentale che quella tecnica offrono una serie di pro e contro. Di conseguenza, molti trader fanno trading sugli indici usando una combinazione di entrambe.

Come fare trading sugli indici?

Ci sono diversi modi per negoziare gli indici.

Indici CFD

I CFD sono prodotti finanziari che permettono ai trader e agli investitori di trarre profitto dal movimento di prezzo di un titolo senza possedere il titolo sottostante. Quando si negozia un CFD, si stipula un accordo con il proprio broker per scambiare la differenza di prezzo del titolo sottostante tra l’inizio e la fine del contratto.

Il trading di indici attraverso i CFD ha una serie di vantaggi:

Il concetto di un CFD è semplice. Invece di comprare l’intero indice, puoi comprare un CFD su di esso. È anche molto facile da usare. Per iniziare a fare trading sugli indici, hai semplicemente bisogno di un conto di trading CFD con un broker o una piattaforma di investimento.

  • È possibile fare trading in entrambe le direzioni. I CFD hanno il vantaggio di permetterti di trarre profitto dai movimenti di prezzo sia verso l’alto che verso il basso. Puoi comprare un CFD se credi che un indice salirà (vai lungo). Vendi un CFD se pensi che un indice scenderà (vai corto).
  • Con i CFD, puoi fare trading con più denaro di quello che hai investito. La leva finanziaria potrebbe aiutarti a guadagnare di più dal tuo trading. Tuttavia, ha il potenziale di amplificare le tue perdite di trading, quindi sii prudente.
  • I costi di transazione per i CFD sono spesso trascurabili. Lo spread è la differenza di prezzo tra il prezzo di acquisto e di vendita di un’operazione.

Le migliori piattaforme CFD sugli indici

Piattaforma di trading Commissioni Indici Recensioni Leva Sito Deposito minimo
1XTB Recensioni Zero
commissioni
  • Commissioni per posizioni corte o con leva
35
  • 1:200
  • $500
2Libertex *Nessuno spread
  • Le tariffe si applicano
20
  • 1:20
  • $500
3Skilling Recensione Zero
commissioni*
  • Spread da 0,03 Pips
16
  • 1:500
  • $1000
4Vantage Fx Recensione *Commissioni
si applica
  • Spread da 0,0 Pips
15
  • 1:200
  • $5000
5eToro (1) Zero
commissioni*
  • Commissioni per posizioni corte o con leva
13
  • 1:20
  • $200
6Admiral Markets recensioni (1) Zero
commissioni*
  • Spread da 0,7 pip
8
  • 1:200
  • $1000
7BlackBull Markets opinioni *Commissioni
si applica
  • Spread da 0,1 pip
5
  • 1:500
  • $200

ETF sugli indici

Gli fondo negoziato in borsa (ETF) sono un’alternativa ai CFD sugli indici. Gli ETF sono fondi negoziati in borsa che cercano di replicare la performance di uno specifico indice o asset class. Sono scambiati sul mercato azionario allo stesso modo di altri tipi di titoli.

Le migliori piattaforme di ETF su indici

Piattaforma di trading Costi ETF
disponibili
Recensione Leva Sito Deposito minimo
1Admiral Markets recensioni (1) *costi
zero
  • Spread da 0,7 pip
376
  • 1:20
  • $1000
2etoro recensioni *costi
zero
  • Costi applicabili per posizioni corte o a leva.
249
  • 1:2
  • $200
3XTB Recensioni *costi
zero
  • Costi applicabili per posizioni corte o a leva.
140
  • 1:10
  • 500
4Skilling Recensione *Spread
basso
  • Spread a partire da 0,03 pips
40
  • 1:5
  • $1000

Strategie di gestione del rischio 

Non è mai possibile eliminare completamente il rischio quando si fa trading sugli indici, tuttavia, è possibile ridurlo concentrandosi sulla gestione del rischio.

Quattro strategie che possono aiutare a ridurre il rischio sono:

Gli ordini di stop loss ti danno una protezione aggiuntiva nel caso in cui la volatilità del mercato aumenti e il mercato si muova contro di te. Gli ordini di stop loss non garantiscono la protezione da un’improvvisa ed eccessiva volatilità del mercato e dalle oscillazioni del mercato. Non avrai bisogno di intraprendere alcuna azione, così potrai fare trading con maggiore tranquillità.

  • Gli stop loss trailing sono uno strumento utile per “seguire” il movimento del mercato impostando punti di prezzo al di sopra o al di sotto del valore di mercato. Il tuo trailing stop si muoverà quindi in sincronia con l’attuale tendenza del mercato, permettendoti di bloccare i profitti limitando le perdite.
  • Un calendario economico può essere uno strumento utile per tenere traccia degli eventi che possono avere un impatto sui prezzi di mercato. Puoi anticipare le mosse prospettiche e le emozioni positive e negative tenendo d’occhio gli annunci economici collegati al mercato che hai scelto per fare trading.
  • La leva finanziaria che impieghi dovrebbe sempre essere regolata in base alla tua propensione al rischio. La leva finanziaria dovrebbe sempre essere usata con cautela perché ha il potenziale di ingrandire le tue perdite di trading.

Riassunto

Gli indici azionari forniscono ai trader un’eccitante opportunità di trarre profitto dal mercato azionario senza intraprendere ricerche approfondite sui fondamentali di una società.

Tuttavia, ci sono degli svantaggi significativi nel trading di indici azionari. A causa della bassa volatilità, alcuni tipi di trader, in particolare scalper e day trader, potrebbero essere più adatti ad altri mercati. Inoltre, gli indici azionari possono essere scambiati solo durante le ore di funzionamento della borsa corrispondente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cryptostec
Dichiarazione di non responsabilità - Le informazioni contenute in questo sito web sono fornite solo a scopo informativo e non sono destinate a sostituire una consulenza finanziaria, legale o fiscale professionale. Si dovrebbe consultare un professionista prima di agire su qualsiasi informazione che si trova qui. Questo sito web può essere compensato da aziende menzionate attraverso la pubblicità, programmi di affiliazione o altro. Qualsiasi riferimento a prodotti, tariffe o siti web di terzi è soggetto a modifiche senza preavviso. Si prega di fare le opportune ricerche prima di partecipare a qualsiasi offerta di terze parti. I CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria© Copyright 2021 Cryptostec